TRASPORTO MERCI – Misure per l’autotrasporto, pubblicata in Gazzetta Ufficiale Legge n.96 del 21 giugno 2017

Roma, 26 giugno 2017 – E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 31 alla G.U. n. 144 del 23/6/2017 il testo del Decreto Legge n. 50/2017, come convertito dalla Legge 21/06/2017 n. 96, provvedimento che contiene numerose novità, tra cui alcune relative al settore dell’autotrasporto.

 
Le misure per l’autotrasporto riguardano:

 
a) l’incremento della dotazione prevista per le deduzioni forfettarie delle spese non documentate per gli anni 2017 e 2018; per confermare l’ufficialità degli importi bisognerà attendere la consueta comunicazione dell’Agenzia delle Entrate;
b) il rifinanziamento delle misure relative al trasporto intermodale Marebonus e Ferrobonus per l’anno 2018;
c) l’incremento della dotazione prevista per il rimborso della quota del Servizio Sanitario Nazionale sui premi RCA e quelle per le riduzioni compensate dei pedaggi per il 2017;
d) È stato modificato il decreto sul distacco transnazionale dei lavoratori prevedendo, tra le altre cose, che la comunicazione preventiva che le imprese estere devono effettuare per svolgere il cabotaggio stradale in Italia avrà durata trimestrale e dovrà indicare sia la paga oraria dell’autista, sia le modalità con le quali l’impresa rimborsa le spese.
Viene inoltre introdotto per il conducente l’obbligo di tenere a bordo del veicolo una copia della comunicazione notificata al Ministero del Lavoro dall’impresa estera distaccante, da esibire agli organi di Polizia Stradale insieme al contratto di lavoro (documentazione equivalente) e alla busta paga dell’autista, il tutto redatto in lingua italiana. La mancanza di tale documentazione a bordo del veicolo comporta l’applicazione di una sanzione pecuniaria da 1.000 a 10.000 € e in assenza di cauzione è disposto il fermo del veicolo fino ad un massimo di 60 gg.
e) Fruizione della misura della decontribuzione per gli autisti che effettuano trasporti internazionali per almeno 100 gg l’anno, limitatamente all’anno 2016, con la regola degli aiuti “de minimis”.
Si dovranno attendere le disposizioni applicative di competenza degli Istituti previdenziali ed assicurativi per renderla operativa.
f) Vengono inoltre integrate alcune disposizioni del Codice della Strada in merito:
– all’estensione del regime dell’altezza ai rimorchi/semirimorchi utilizzati in operazioni di trasporto intermodale, i quali potranno circolare con un’altezza massima di 4,30 metri, come avviene già oggi per casse mobili e container;
– per la carta di circolazione del rimorchio o semirimorchio non è più obbligatorio tenere a bordo l’originale, bensì basterà averne copia autenticata dal proprietario.

 

Suppl. Ordinario n. 31 alla G.U. n.144 del 23-6-2017

Parole chiave: autotrasporto IN PRIMO PIANO

Articoli correlati


Condividi sui Social Network