ISI.opera, start up cooperativa al servizio della cultura e del territorio

Perché avete scelto di chiamarvi ISI.opera, cosa significa?
Intelligente, Sostenibile e Inclusivo, tre aggettivi a fondamenta della nostra “opera”. Abbiamo voluto già nel nome indicare le direttrici su cui si sviluppa il nostro lavoro, la nostra progettualità.

 

Quando è nata la cooperativa e perché avete scelto questa forma di impresa?
Ci siamo costituiti il 21 marzo 2013, siamo nella fase di avvio del nostro operare in cooperativa, ma abbiamo già esperienza di lavoro in comune. Abbiamo deciso di costituirci in cooperativa perché è una formula dove i soci perseguono uno stesso ideale culturale e sociale, condividono obiettivi comuni e insieme affrontano le sfide del mercato senza dimenticare i concetti di solidarietà e collaborazione sul lavoro.

 

Di cosa vi occupate?
Operiamo nel settore culturale e della valorizzazione territoriale, siamo una cooperativa di lavoro che offre servizi all’amministrazione pubblica e all’impresa privata. Ci occupiamo di valorizzazione territoriale, ideazione, organizzazione e gestione di eventi, comunicazione, promozione. Il nostro obiettivo è di offrire supporto progettuale ed organizzativo sia alla amministrazione pubblica che alla piccola e media impresa, nei processi di qualificazione e rivitalizzazione dell’ambiente urbano e dei prodotti e dei servizi offerti all’interno dei centri storici e urbani, in un processo partecipato e condiviso di sviluppo locale in cui le imprese e le amministrazioni pubbliche diventano protagoniste della qualificazione del commercio e della città. Più nello specifico di consulenza e supporto progettuale ed organizzativa per la realizzazione di eventi; progetti di comunicazione e promozione anche web; progetti di riqualificazione e rivitalizzazione dei centri storici e urbani, supporto generale alle piccole e medie imprese per la promozione, comunicazione e la partecipazione a bandi pubblici. La cooperativa ISI.opera non svolge quelle attività che, per legge, sono riservate a specifiche categorie di professionisti, ma tutte quelle “altre” attività che sono utili e necessarie alla promozione e valorizzazione dell’impresa o del territorio.

 

Chi sono i soci lavoratori di ISI.opera?
Siamo tre soci, tre diverse figure professionali, con età, formazione ed esperienza lavorativa diversa, che già in passato hanno lavorato insieme, autonomamente sul piano formale, sinergicamente sul piano operativo. Costituire la cooperativa è stata una scelta naturale, la modalità utile a misurarci sul terreno dell’impresa con esperienze e collaborazioni innovative. Sappiamo lavorare in gruppo ed ogni iniziativa rappresenta per noi un progetto. Perciò insieme al partner (cliente) il progetto viene valutato nell’insieme e definito in obiettivi chiari e misurabili. Questi vengono assunti come responsabilità dal responsabile del progetto che, avvalendosi dell’intera struttura, dovrà monitorare l’andamento delle fasi di realizzazione e intervenire dove necessario. Il capo progetto si coordina con le altre figure della cooperativa, coordinando il lavoro in modo da evitare sovrapposizioni e ottimizzare il lavoro. Nella nostra esperienza individuale siamo stati abituati a lavorare in autonomia, oggi l’esserci costituiti in cooperativa ci spinge a lavorare insieme come “impresa”.

 

Come procedono i lavori?
Abbiamo come cooperativa acquisito incarichi sui quali in passato abbiamo collaborato singolarmente. Il principale è la partecipazione alle attività progettuali e organizzative di un grande evento: Romics Festival internazionale del fumetto, dell’animazione e dei games, di cui curiamo la segreteria organizzativa, forniamo consulenza su creatività per la campagna pubblicitaria, curiamo l’elaborazione dei contenuti web (sito e social network). Naturalmente ci proponiamo di ampliare la nostra attività e, a tal fine, il primo obiettivo è di individuare nuovi filoni di intervento e di farci conoscere.

 


Condividi sui Social Network