Read, Eat and Dream: apre a Roma lo store RED targato Feltrinelli e Cir Food

Roma, 24 ottobre 2017 – RED – acronimo di Read Eat Dream – che ha aperto a Roma in via Tomacelli 23 lo scorso 19 ottobre, è un modello di store esperienziale ideato da Gruppo Feltrinelli e sviluppato con CIR food, sintesi perfetta tra la passione per l’enogastronomia italiana e l’amore per il libro e la cultura, 

All’interno di RED è possibile immergersi nel mondo della lettura, potendo allo stesso tempo gustare una cucina di assoluta qualità e partecipare a una serie di eventi che esaltano la felicità di condividere il tempo libero.

Proposte tematiche e novità editoriali, presentazioni di libri, showcooking, aperitivi in lingua straniera, performance musicali dal vivo: ogni giorno RED offre contenuti ed eventi sempre diversi e accessibili a tutti.

 

RED via Tomacelli nasce nel cuore del centro storico della Capitale, come un nuovo polo di attrazione per tutti coloro che amano la cultura ed è situato in posizione strategica rispetto alle principali destinazioni storico-artistiche. La scelta della location esalta inoltre il piacere di condividere cibo, cultura e socialità: un punto vendita esteso su oltre 500 metri quadrati, distribuito su tre livelli e con una meravigliosa terrazza che diventa lo scenario ideale per fondere stimoli culturali e suggestioni culinarie.

 

“Da sempre le librerie Feltrinelli sono spazi di socialità e cultura. Questa apertura, nel cuore di Roma, città al centro dei racconti letterari di tutte le epoche, è per noi un momento di grande valore” ha dichiarato Carlo Feltrinelli, Presidente Gruppo Feltrinelli. “Un modello così ibrido e particolare come RED ci permette di offrire alla Capitale un luogo dove fare ‘esperienza’ della cultura, dove integrare alla fruizione culturale uno degli aspetti più identitari del nostro essere italiani: la convivialità, veicolo di condivisione e scambio.”

 

“Al centro del pensiero e delle azioni di CIR food c’è da sempre la profonda convinzione che cibo sia certamente nutrimento, ma, al contempo, cultura – ha commentato Chiara Nasi, Presidente CIR food – RED è oggi l’emblema di questo connubio, l’essenza di una visione che interpreta il cibo come etica, valori, tradizione e immaginazione in uno spazio immersivo ed esperienziale che unisce cultura e cibo di qualità. La sintesi perfetta del nostro modo di vivere la ristorazione”.

 

Parole chiave: Ristorazione collettiva

Articoli correlati


Condividi sui Social Network